CouncilEurope

Accordo europeo concernente lo scambio di sostanze terapeutiche di origine umana

(STE n° 26)

Aperta alla firma dei Paesi membri del Consiglio d’Europa, a Parigi, il 15 dicembre 1958.

Entrata in vigore : 1° gennaio 1959.

Riassunto

Tale accordo tende alla realizzazione di un’assistenza reciproca per la fornitura di sostanza terapeutiche di origine umana. Con l’espressione "sostanze terapeutiche di origine umana" si intende il sangue umano ed i suoi derivati.

L'Accordo permette alle Parti, che dispongono di adeguate riserve per i loro bisogni, di mettere le sostanze terapeutiche di origine umana a disposizione delle altri Parti che ne hanno un’urgente necessità.

Le sostanza terapeutiche d’origine umana sono messe a disposizione delle altre Parti sotto l’espressa condizione che alcun guadagno sarà tratto dal loro uso, che saranno utilizzate esclusivamente per fini medici e che saranno concesse soltanto a quelle organizzazioni indicate dai governi interessati. Tali sostanza sono prive di imposte doganali.

Le sostanze di origine umana devono essere accompagnate da un certificato attestante che esse sono state preparate in conformità alle prescrizioni del Protocollo all’Accordo.

Il Protocollo aggiuntivo (STE no 109) permette all'Unione europea di diventare Parte dell'Accordo in seguito a ratifica.